Ludmilla Helga Siersch

Addio Vienna

COD: 4e2545f819e6 Categoria:

Prefazione di Mario Monicelli

In uscita in occasione del Giorno della Memoria, il romanzo autobiografico di Ludmilla Helga Siersch, nata a Vienna da famiglia ebrea per parte di madre nel 1919, è una testimonianza privata del dramma degli arresti e della deportazione che sconvolsero la sua vita, assieme a quella di milioni di persone. Il racconto della Vienna dagli anni Venti all’invasione tedesca del 1938, i tentativi di nascondersi e lottare per salvare vite umane, la deportazione della nonna e della madre e la fuga nella clandestinità di una giovane Helga fino in Italia.

«Austriaci, sono costretto a cedere. L’armata tedesca entra nella nostra patria. Che Dio sia con voi». L’11 marzo 1938 finisce l’infanzia di Helga, il suo mondo crolla travolto dall’irrazionalità del nazismo. Questa autobiografia è una storia di coraggio e amore intessuta di avventure, incroci amorosi e inevitabili perdite. Un romanzo avvincente e commovente, la storia di una famiglia che ha come sfondo Vienna, Berlino e Roma. L’affascinante nonna Wilma, colta e bellissima, animatrice di uno dei più prestigiosi salotti viennesi, frequentato da intellettuali come Zweig, e da musicisti come Strauss e Bruckner, che grazie ai suoi tre ricchi matrimoni riesce a mantenere figli e nipoti; la madre Fortuneé, militante socialista e amica di Freud, ma incurante della figlia; e poi Helga, bellissima e impulsiva ma sempre generosa e autosufficiente. Unico punto di contatto fra le tre è la straordinaria forza, che fa parte dei loro cromosomi e si trasmette lungo la discendenza femminile. Nel ’38 Helga sfugge miracolosamente alla deportazione e cerca di salvare la vita di persone a lei care, mettendo a repentaglio la propria, ma le deportazioni colpiranno ugualmente la famiglia (perderà la madre, la nonna e la bisnonna in campo di concentramento), mentre lei troverà rifugi occasionali che la faranno infine approdare in Italia, nel 1942, dopo anni di clandestinità tra Austria e Germania. Finita la guerra, Helga sarà anche rinchiusa per nove mesi in un campo di prigionia vicino Salerno, accusata, ironia della sorte, di collaborazionismo, dopo una vita in fuga dai nazisti.
A Roma Helga trova lavoro come costumista a Cinecittà, e ricostruisce finalmente la sua vita: diviene amica di Monicelli, Steno, De Feo, Age e Scarpelli, mentre il bel mondo cinematografico e intellettuale la accoglie nei suoi salotti.

Ludmilla Helga Siersch nasce a Vienna il 28 ottobre 1919 da madre ebrea. Con l’avvento del nazismo in Austria, è costretta a interrompere i propri studi artistici. Dopo la deportazione della bisnonna, della nonna e della madre nel campo di concentramento di Theresienstadt, riesce a fuggire in Italia, dopo aver subito persecuzioni e violenze. Helga Siersch risiede tuttora a Roma.

SCHEDA TECNICA

Autore:
Titolo:
Addio Vienna
Pagine:
200
Codice isbn:
9788864111698
Prezzo in libreria:
€ 17,50
Data Pubblicazione:
21-01-2011

Libri dello stesso autore

Sono solo un gatto

Ludmilla Helga Siersch

Helga Siersch racconta con ironia il rapporto stretto e a volte conflittuale tra noi e gli animali. Il mondo visto con lo sguardo di un gatto, le strane abitudini degli umani e le piccole grandi avventure da vivere nei quartieri della capitale. Questa è la storia di Ulisse, un simpatico gatto..
VEDI DETTAGLI