Stefano Pastor

Figli che odiano le madri

COD: d10ec7c16cbe Categorie: , ,

Dopo Il giocattolaio, Stefano Pastor rivolge nuovamente la sua attenzione al mondo dell’infanzia e alla frattura con il mondo degli adulti, indagando il tema della maternità mancata e il rapporto che lega una madre al proprio figlio.

Bianca, Nora, Carla, Iside: una pediatra, una donna senza scrupoli, una maestra e una giovane wicca. Quattro donne molto diverse tra loro ma tutte inconsapevoli pedine dello stesso macabro gioco che prende il via quando ricevono la telefonata di un bambino che le chiama “mamma” e le implora di salvarlo dalle torture a cui è sottoposto. Nessuna delle quattro risce a sottrarsi a quella disperata richiesta di aiuto e, senza sapere nulla l’una dell’altra, tutte cominciano a seguire il filo della trama che un misterioso assassino ha tessuto per loro.
Le donne finiranno per ritrovarsi in uno sperduto paesino di montagna in cui ciascuna dovrà affrontare il proprio passato, segnato da un aborto con complicanze che le ha rese sterili e consumato nella medesima clinica abbandonata tra quei boschi.
Nel piccolo centro abitato agisce Rebecca, la guida della setta cristiana della “Congrega delle Madri”, una confraternita integralista ai limiti dell’eresia che rappresenta l’occulto cardine sociale e religioso del luogo. È a nascondere nel profondo della coscienza il terribile segreto che lega la Congrega delle Madri alle quattro donne.

Stefano Pastor è nato a Ventimiglia. Dopo vent’anni passati nel commercio di musica e film, ha deciso di dedicarsi alla scrittura. Le sue storie appartengono ai generi più disparati: thriller, fantasy, horror, avventura. Per Fazi Editore ha pubblicato Il giocattolaio (2012).

«Non è facile scrivere un thriller di 400 pagine che mantenga la tensione fino all’ultimo, ma Stefano Pastor per esordire ha aspettato di superare i cinquant’anni e il suo romanzo sembra opera di uno scrittore maturo».
Brunella Schisa, il Venerdì di Repubblica

«Esordio tardivo ma fortunato. Questo libro sembra pensato per diventare un film».
Lucia Compagnino, Il Secolo XIX

«Thriller avvincente, come uscito dalla penna di Sebastian Fitzek, con quella particolare capacità di indagare nel campo delle sofferenze infantili».
Giorgio Maimone, Gioia

«Uno psicothriller dove protagonisti e vittime sono i bambini».
Alessandra Rota, La Repubblica

«Il giocattolaio è un romanzo splendido. Uno di quei rari romanzi che si leggono con attesa e apprensione, che fanno sobbalzare, che avviluppano e si fanno vivere». 
Elisa Piccinni, La Gazzetta di Parma

«Una scrittura coinvolgente e una trama che trascina con sé l’attenzione del lettore che non vuole lasciarsi prendere dai pregiudizi».
Paolo Gualandris, La Provincia

FIGLI CHE ODIANO LE MADRI – RECENSIONI

 

LA PROVINCIA
– 19/11/2013

 

Il segreto di quattro mani mancate

 

 

 

GAZZETTA DI PARMA
– 08/04/2014

 

Sofferenza tinta di giallo in “figli che odiano le madri”

 

 

SCHEDA TECNICA

Autore:
Titolo:
Figli che odiano le madri
Pagine:
608
Codice isbn:
9788876252730
Prezzo in libreria:
€ 9,90
Codice isbn Epub:
9788876253751
Prezzo E-Book:
€ 4.99
Data Pubblicazione:
07-11-2013

Libri dello stesso autore

Il giocattolaio

Stefano Pastor

Tra i vincitori del torneo letterario “Io Scrittore”, il romanzo di esordio di Stefano Pastor, ambientato nella periferia desolata di una grande città, indaga la frattura insanabile tra il mondo degli adulti e quello dei bambini e il fallimento della famiglia. In un quartiere che si sta..
VEDI DETTAGLI