La poesia del mercoledì: Parla lo spazio di Antonella Anedda

05-10-2016  •   Il blog di Stoner
A A A
antonella anedda

Questa è la nostra rubrica dedicata alla poesia. Ogni settimana, il mercoledì, pubblichiamo una poesia italiana del ‘900 o contemporanea scelta dall’editore.

Parla lo spazio di Antonella Anedda.

Percorro in sogno la morte
è in bilico, sul grembo
è la scatola forata con le forbici dove avevo il pulcino.
Le zampe gli tremavano, il becco era gelato,
il ventre si scuoteva.
Non bastarono l’ovatta, né il mio fiato.
Morì anche lui al mattino
ma quanti baci gli diedi, quanta libertà c’era in quel dolore.
Il monumento di quella tomba splende ancora:
conchiglie, pietre, due stelle marine.
Non è questo rettangolo dove non mi posso sdraiare
dove se soffio – a grumi – mi colpisce il sale.