Mitch Cullin


Per farsi un’'idea di Mitch Cullin bisogna immaginarsi un qualcosa a metà fra Alice nel Paese delle Meraviglie e Psycho, Faulkner e Stephen King. Mitch nasce a Santa Fe, nel New Mexico, nel 1968. Nel 1999 pubblica il suo primo romanzo Whompyjawed, seguito da Branches, una narrazione in versi, e da Tideland, nel 2000. Con quest'’ultimo Mitch ottiene l'’attenzione della critica e del grande pubblico. L’'ex Monthy Python Terry Gilliam, sempre attratto dalle forme del grottesco, decide di girare un film con Jeff Bridges utilizzandone il soggetto. Lo stesso Cullin ha una particina nel film, come passeggero a bordo di un autobus. La carriera di scrittore di Mitch comunque prosegue con i romanzi The Cosmology of Bing (2001), Undersurface (2002) e A Slight Trick of the Mind (2005) e con la raccolta di racconti From the Place in the Valley Deep in the Forest (2001). Intanto i suoi interessi (fra i quali la passione per il cinema asiatico) lo conducono da Tucson in Arizona, a Tokyo, e poi ad Arcadia, in California, questa volta in compagnia del partner Peter I. Chang, regista taiwanese ed uno dei più stretti collaboratori di Mitch, i cui libri ormai sono stati tradotti in più di dieci lingue.

Mitch Cullin