«Ho 14 anni ma il tempo passa». Immaginare il futuro al tempo del terremoto

24-02-2017  •   News
A A A
il tempo passa

HO 14 ANNI MA IL TEMPO PASSA. Immaginare il futuro al tempo del terremoto.

Si è concluso in Aprile il concorso letterario per i ragazzi delle zone terremotate, indetto da:
Assessorato alla Cultura e ai Servizi Scolastici del Comune di Acquasanta Terme (AP)
la Dirigente Scolastica Dott.ssa Patrizia Palanca e la Fazi Editore.

La casa editrice desidera ringraziare le Scuole, gli insegnanti e gli studenti che hanno aderito all’iniziativa.

La Giuria si occuperà ora di visionare e valutare gli elaborati che abbiamo ricevuto dalle Scuole.
A breve verrà pubblicata la data della premiazione.

Il concorso letterario è dedicato ai ragazzi delle Scuole secondarie di I e II grado, dei Comuni interessati dal terremoto dell’Italia centrale del 24 agosto 2016, partendo dai plessi scolastici di Arquata del Tronto, Acquasanta Terme, Ascoli Piceno, Comunanza e aperto agli altri Comuni interessati dal terremoto delle province di Rieti, Macerata, Perugia, appartenenti al “cratere”.

L’iniziativa intende promuovere il tema del Tempo, offrendo la possibilità ai ragazzi di varie fasce di età, ciascuno con i suoi mezzi espressivi, di raccontare la propria vita prima e dopo il terremoto: timori, speranze, con uno sguardo già rivolto a immaginare e progettare il loro futuro.
Sarà, per i ragazzi, un’occasione di riflessione personale e di confronto per elaborare attraverso “altri” strumenti, quali la lettura e la scrittura, il proprio vissuto di questi ultimi tempi, e per potersi esprimere sulla forte esperienza che hanno vissuto negli ultimi mesi e che li vede uniti nella comune difficoltà.
La prova consiste nell’elaborazione di un testo/racconto breve (minimo 10 mila battute, massimo 20 mila).
I vincitori del concorso saranno 8, uno per tipologia di ordine di scuola:
N. 3 vincitori per le classi delle sc. Secondarie di I grado;
N. 5 vincitori per le classi delle sc. Secondarie di II grado.

IN VIA DEL TUTTO ECCEZIONALE, la casa Editrice Fazi permette alle scuole secondarie di I grado di partecipare all’elaborazione del testo con un MINIMO di 5 mila battute ed un MASSIMO di 20 mila battute.

Alle scuole che parteciperanno al concorso spettano delle copie omaggio, donate dalla casa editrice Fazi, ad uso degli insegnanti, degli studenti e delle biblioteche scolastiche.
Gli elaborati prodotti dagli studenti dovranno pervenire con posta elettronica, entro il 10 aprile 2017, a cura della scuola di appartenenza degli studenti.
Le domande dovranno essere redatte secondo le indicazioni del Bando, allegando anche la scheda di partecipazione firmata dal dirigente scolastico dell’istituto di appartenenza, e inviate a:
Alla C.A. Segreteria dell’ISC di Acquasanta Terme
Referenti:
Prof.ssa Alessandra Corradetti (per le Scuole Sec. di II grado)
Prof.ssa Cinzia Latini (per le Scuole Sec. di I grado) 
Email: [email protected]

Nel mese di maggio 2017, ad Acquasanta Terme (AP), verranno annunciati i vincitori per le sezioni delle scuole secondarie di I e II grado, attraverso un evento.
La giuria di critici, scrittori e giornalisti, coadiuvata dalla scuola, valuterà i testi. I racconti migliori saranno, ad insindacabile giudizio della Commissione, raccolti e premiati con la pubblicazione presso la Fazi Editore.

La Giuria, che è caratterizzata da persone legate al mondo della scrittura, della scuola, del giornalismo, con forti legami con il territorio coinvolto, ed è composta da:

Claudio Damiani, poeta
Elido Fazi, editore e scrittore
Marco Lodoli, scrittore e insegnante di scuola
Virginia Piccolillo, giornalista (Corriere della Sera)
Elena Polidori, giornalista (Repubblica)
Giovanni Ricciardi, scrittore e insegnante di scuola
Nicoletta Tiliacos, giornalista (Il Foglio)