Un passeggiata per le vie di Torino sulle tracce de «L’annusatrice di libri»

03-05-2019  •   News
A A A
profumo libri

Venerdì 10 maggio, ore 18:30

ritrovo alle 18.15 in Piazza Solferino davanti alla fontana Angelica

Piazza Solferino, palazzi signorili caratterizzati da un’elegante compostezza che, tuttavia, dissimula gli arcani simboli – taluni massonici, talaltri addirittura alchemici – dei quali sono costellate le facciate. Qui prende il via la passeggiata letteraria dedicata al romanzo L’annusatrice di libri di Desy Icardi, edito da Fazi Editore. Siamo a Torino nel 1957, e la quattordicenne Adelina perde misteriosamente la capacità di lettura ma, altrettanto inspiegabilmente, acquisisce la facoltà di leggere con l’olfatto.

In compagnia dell’autrice, i partecipanti visiteranno i luoghi che fanno da sfondo alle vicende del romanzo e potranno ascoltarne alcuni brani.

Prima tappa: piazza Solferino

Adelina, la giovane protagonista del romanzo, ha appena fatto visita all’amica Luisella, figlia del facoltoso e controverso notaio Vergnano. A casa dei Vergnano, nella loro fornitissima biblioteca, Adelina ha appena fatto un’incredibile scoperta: è in grado di leggere con l’olfatto. Tornando a casa, confusa e frastornata dalla strana scoperta, Adelina indugia accanto alla fontana Angelica, un’opera dalla storia misteriosa e controversa che mostra sul davanti l’opulenza dei modelli classici, mentre sul retro cela messaggi oscuri; un po’ come la famiglia Vergnano che, dietro a una facciata di irreprensibile rispettabilità, nasconde inquietanti segreti.

Seconda tappa: i giardini Lamarmora

Ripercorrendo il cammino di Adelina, i lettori si ritroveranno ai giardini Lamarmora dove, su una delle tante panchine, la ragazza compie i suoi primi esperimenti di lettura olfattiva.

Terza tappa: la sede storica della libreria Paravia

Dai giardini Lamarmora il gruppo si sposterà nella vicina via Garibaldi dove, al civico 23, era ubicata la sede storica della libreria Paravia nella quale Adelina si reca alla ricerca di una “copia odorosa” de I promessi sposi,; poiché quella in suo possesso è assolutamente inodore.

Quarta tappa: chiesa di San Dalmazzo

Proseguendo per via Garibaldi in direzione di piazza Statuto, all’angolo con via delle Orfane si trova la chiesa di San Dalmazzo nella quale Amalia, la severa e taccagna zia presso la quale alloggia la protagonista, convolò a giuste e rocambolesche nozze con il ricco colonnello Peyran, nel lontano 1935.

Quinta tappa: via Bligny

Proseguendo ancora lungo via Garibaldi per poi svoltare in via Bligny, rivolgendo lo sguardo verso l’alto si potrà notare il campanile della chiesa del Carmine, che nottetempo sorprende Adelina intenta nelle sue letture olfattive. Giunti infine in via del Carmine troviamo il palazzo che Desy Icardi, autrice de L’Annusatrice di libri, ha immaginato ospitare l’appartamento di zia Amalia e, al piano inferiore, quello dell’eccentrico avvocato Ferro.

Il tour avrà una durata di circa quaranta minuti e si concluderà con un piccolo brindisi in piazza Arbarello 6, nell’attuale sede della libreria Paravia.

Il tour è gratuito. Per motivi organizzativi è necessario registrarsi a [email protected]