Edoardo Calandra


Edoardo Calandra nasce a Torino l'11 settembre 1852. Di ricca e colta famiglia borghese, dopo un esordio come pittore, con soggiorni di studio in Francia e in Germania, inizia la sua attività letteraria nel 1884 con la fiaba La bell'Alda, cui faranno seguito Reliquie (1884), I Lancia di Faliceto (1886), La contessa Irene (1889). A partire dal 1892 pone mano al romanzo che è considerato il suo capolavoro, La bufera. Accanto a La bufera vanno collocati nell'ambito della maggiore opera narrativa calandriana i racconti di Vecchio Piemonte, del 1895, i due brevi romanzi compresi in A guerra aperta, del 1906, e infine Juliette, del 1909. Calandra muore il 28 ottobre 1911.

Edoardo Calandra