Károly Pap


Nato a Sopron nel 1897, figlio e nipote di rabbini, fu soldato, attore e impiegato. Considerato uno dei più promettenti romanzieri ungheresi nel periodo tra le due guerre, scrisse numerosi racconti, saggi, opere teatrali e tre romanzi. Azarel, pubblicato a Budapest nel 1937, fu ben presto paragonato a Yoshe Kalb, il capolavoro di Israël Joshua Singer, e a Le botteghe color cannella di Bruno Schulz. Internato a Buchenwald nel 1944, Pap morì nel campo di Bergen-Belsen nel 1945.

Károly Pap