Paolo Zanotti


Paolo Zanotti è nato a Novara nel 1971. Ha studiato alla Scuola Normale Superiore di Pisa, lasciata dopo aver ultimato la milionesima tesi di dottorato su Italo Calvino. Di quegli anni conserva la tendenza a pensare che in mezzo ad ogni città debba passare l’Arno e ad ambientare buona parte dei suoi sogni in un collegio. Non è però riuscito a conservare la sua gatta, che, chiamata avventatamente Lolita, ha tagliato la corda. Pur avendo tentato quasi tutte le attività letterarie e editoriali possibili (traduttore, insegnante di scrittura creativa e di scrittura argomentativa, animatore di seminari di lettura, collaboratore di un’agenzia letteraria) ha proseguito la sua strada in università con vari contratti di insegnamento e di ricerca nel campo delle letterature comparate e della letteratura contemporanea presso le università di Modena, Bologna, Clermont-Ferrand. Ha pubblicato un libro sul romanzo d’avventura (Il modo romanzesco, Laterza 1998), uno sulla letteratura per l’infanzia (Il giardino segreto e l'isola misteriosa, Le Monnier 2001), ha curato il volume Contaminazioni (Le Monnier 2005) e tradotto il Ricordo di Fleeming Jenkin di Stevenson (Sellerio 1996). È inoltre in corso di pubblicazione una sua antologia di letteratura gay ottocentesca. Collabora regolarmente con la rivista «Hamelin» e fa parte del comitato di redazione di «Contemporanea. Rivista di studi sulla letteratura e sulla comunicazione». Ha scritto anche racconti, che sono apparsi sulle riviste «il Caffè illustrato» e «Nuova Prosa», nell’antologia Best off (minimum fax 2005), nonché sul sito web della Sperlari. È morto per un tumore al pancreas il 5 dicembre 2012 a soli 41 anni.

Paolo Zanotti