Immanuel Wallerstein

La retorica del potere

COD: 5dd9db5e033d Categoria: Tag:

Critica dell'universalismo europeo

Traduzione di Mauro Di Meglio

Dal maggior sociologo radical d’Oltreoceano, un’analisi elegante e spietata di una costante della civiltà occidentale moderna: il tentativo di imporre come valore universale e superiore ciò che serve i nostri interessi economici, culturali, politici. Cosa c’è dietro l’universalismo dell’Occidente dietro la retorica che ne sancisce la superiore capacità di elaborare modelli politici, sociali e culturali desiderabili per l’intera umanità? Wallerstein, intellettuale radical di fama internazionale, che ha introdotto nelle scienze sociali la categoria di sistema-mondo e che (sulla scorta di Braudel) ci ha insegnato a capire la “lunga durata” dei processi del capitalismo, analizza a tutto campo questa pretesa. L’autore vuole dimostrare che i concetti di democrazia, diritti umani, primato della “civiltà occidentale”, oggettività delle leggi di mercato – tutti spacciati come inevitabili e addirittura benefici per i soggetti e i popoli soggiogati – rappresentino, invece, il frutto di una gigantesca costruzione; riconoscerne il carattere artificiale e violento costituisce, secondo il grande studioso americano, il primo, decisivo passo nella direzione della liberazione e dell’emancipazione.
Dai dibattiti teologici cinquecenteschi sull’anima degli indios in America Latina sino a Bush e alla “foglia di fico” dell’interventismo umanitario, Wallerstein ricostruisce, con la consueta finezza intellettuale e con uno stile piano ed elegante, la diffusione inarrestabile dell’orientalismo, del diritto all’intervento e dell’egemonia della scienza sul sapere umanistico, ovvero degli strumenti del supposto universalismo al servizio degli interessi particolari dell’Occidente. Insieme saggio di storia delle idee, testo di decostruzione intellettuale e libro fortemente politico, La retorica del potere è un inno a quell’«universalismo universale» in cui l’autore crede profondamente.

«Le teorie di Wallerstein sono trascinanti: una nuova spiegazione, una nuova classificazione, davvero rivoluzionaria, della nostra tradizione culturale e del pensiero corrente».
Fernand Braudel
 
«Lucido, informato e dotato di un grande intuito».
«The New York Times»
 
«Un teorico “a tutto tondo”, prolifico e provocatorio».
«Booklist»

LA RETORICA DEL POTERE – RECENSIONI

 

Alain Gresh, IL MANIFESTO – LE MONDE DIPLOMATIQUE
– 01/04/2008

 

La schiavitù e l’universalismo europeo

 

 

 

PRISMA
– 01/03/2008

 

La retorica del potere

 

 

 

Benedetto Vecchi, IL MANIFESTO
– 17/03/2008

 

Al mercato delle identità postcomuniste

 

 

 

LEFT
– 31/08/2007

 

Scaffale

 

 

 

Antonio Saccà, LA GAZZETTA DEL SUD
– 20/07/2007

 

E sempre attuale la legitimazione del dominio

 

 

 

Benedetto Vecchi, IL MANIFESTO
– 17/06/2007

 

Le armi spuntate di un pensiero unico

 

 

 

Vittorio Melandri, LIBERTÀ DI PIACENZA
– 29/06/2007

 

“Acqua pubblica, ci metto una firma” non proteste ma idee!

 

 

 

Bruno Gravagnuolo, L’UNITÀ
– 15/06/2007

 

Wallerstein: “Questo capitalismo è un lusso, costa troppo e vuol farci pure la morale”

 

 

 

Aldo Di Lello, SECOLO D’ITALIA
– 21/06/2007

 

Interventi umanitari e politiche di potenza

 

 

SCHEDA TECNICA

Autore:
Titolo:
La retorica del potere
Collana:
Numero Collana:
159
Pagine:
125
Codice isbn:
9788881128419
Prezzo in libreria:
€ 14,00
Data Pubblicazione:
07-06-2007