Jarett Kobek

Oggi è già domani

Collana:
Pagine:
582
Codice isbn:
9788893255899
Prezzo in libreria:
€ 18
Codice isbn Epub:
9788893258203
Prezzo E-Book:
€ 12.99
Data Pubblicazione:
06-08-2020

Traduzione di Enrica Budetta

Siamo nella New York degli anni Ottanta: una città che ribolle. Adeline è una ventenne che vuole diventare fumettista. Insieme a lei c’è Baby, un teenager che non dice il suo nome ma si sceglie un soprannome perché, come tutti, vuole fuggire dal suo passato e rifarsi una vita nella metropoli. I due si incontrano all’inizio del romanzo: lui va a stare da un suo amico senza sapere che tenterà di rubargli dei soldi perché è pieno di eroina fino al collo, e lei è in fuga da un fidanzato bruto e sconsiderato. La loro sarà un’amicizia destinata a durare nel tempo, in una New York piena di giovani festaioli, artisti, tossici, figure del mondo letterario che appaiono come camei – un Bret Easton Ellis ubriaco, un Norman Mailer a caccia di ragazzine; ma anche innumerevoli film; nullità che compaiono sui giornali accanto alle celebrità in un mondo in cui sembra normale mettere tutti in evidenza, dare importanza a tutti senza seguire alcun criterio; ciarlatani, pazzi e mancati rivoluzionari; quantità inesauribili di cocaina, hashish e acidi, e la minaccia terribile dell’AIDS.
In questo nuovo, geniale romanzo, Kobek svela l’inizio dei corrosivi effetti della celebrità e lo svilimento del discorso pubblico, non ancora mediato da Internet, ma dai party letterari e dai circuiti della vita notturna. Un modo appassionato, acuto e divertente di interpretare il mondo.

«Potrebbe esistere un Houellebecq americano? Jarett Kobek ci si avvicina».
Jonathan Lethem

«Molto divertente: dialoghi rapidi, una raffica di giudizi: dieci anni e seicento pagine volano via in un attimo… vivido e convincente».
«Financial Times»

«Brillante. Scritto con un’autorità enciclopedica e un equilibrio impressionante. Non si può fermare lo scorrere del tempo, sembra dirci quest’avvincente romanzo, si può solo trovare qualcuno da amare che ci aiuti a sopravvivervi».
«The Wall Street Journal»

«New York a cavallo fra gli anni Ottanta e Novanta: una città di ragazzini festaioli, drag queen, artisti e tossici; il laboratorio urbano in cui le identità vengono reinventate in vista del nuovo millennio».
«The Observer»

Oggi è già domani - RASSEGNA STAMPA

Libri dello stesso autore

io odio internet

Io odio Internet

Jarett Kobek

Traduzione di Enrica Budetta «Internet era un’invenzione meravigliosa. Era una rete informatica che gli esseri umani usavano per ricordare ai loro simili che erano degli schifosi pezzi di merda». Adeline è una quarantacinquenne semifamosa per aver pubblicato un fumetto di...
VEDI DETTAGLI

Privacy Policy   •   Cookie Policy   •   Web Design by Liquid Factory