Paula Fox

Il vestito della festa

COD: e5f6ad6ce374 Categoria: Tag:

Prefazione di Melania G. Mazzucco
Traduzione di Gioia Guerzoni

Finalmente tradotto in italiano The borrow finery di Paula Fox, un’opera toccante e coinvolgente, che mette in scena senza filtri né sentimentalismi i primi anni della sua vita.

«Non sono mai appartenuta a nessuna famiglia che si possa definire tale: sono sempre stata completamente libera. Un vantaggio o una condanna», racconta in un’intervista Paula Fox, oggi ottantaquatrenne scrittrice americana di culto. Poco dopo la sua nascita nel 1923, Paula venne abbandonata dal padre, uno sceneggiatore di Hollywood con il debole per l’alcol, e dalla madre. Soccorsa dalla nonna, la bambina passa poi di mano in mano, e di città in città: da New York a Cuba, dal convitto di Montreal a una squallida stanza ammobiliata a San Francisco. Sopravvissuta al lato più oscuro di Hollywood, tra fugaci apparizioni di attori famosi – Buster Keaton, John Wayne, Harpo Marx – e i luccichii di un mondo in dissolvenza, cullata dalla gentilezza degli sconosciuti, educata alla vita da zio Eldwood, un severo pastore protestante, si sposerà a diciassette anni con un marinaio aspirante attore. Da quest’ultimo avrà una figlia che darà a sua volta in adozione. Il memoir si chiude con l’incontro, avvenuto a distanza di decenni, tra madre e figlia. Ne Il vestito della festa, il ritratto composto di un’infanzia alla deriva, Paula Fox ci regala l’indimenticabile testimonianza di quanto – quanto poco, in fondo – ha bisogno un bambino per sopravvivere.

«Paula Fox è innegabilmente grande… le sue frasi sono piccoli miracoli di compressione, come se ognuna fosse da sola un piccolo romanzo».
Jonathan Franzen

«Leggere Il vestito della festa è come ritrovare l’eredità perduta di un lontano parente: uno strano baule pieno di vestiti da sera, segreti preziosi e perle di luccicante saggezza».
«The New York Reviews of Books»

«Leggere Il vestito della festa è entrare dentro un diario vivente, pieno di scene cangianti che, appena ti avvicini, cominciano di colpo a muoversi».
«The Sunday Times»

«Invece di dire tutto, come imporrebbe il gusto imperante del racconto autobiografico, Paula Fox racconta solo l’essenziale e non indulge mai su niente».
«The New York Times Magazine»

«Dialoghi secchi, uno sguardo finissimo sui particolari più minuti, una grande scrittura: questa è Paula Fox».
Masolino d’Amico, «ttl – La Stampa»

IL VESTITO DELLA FESTA – RECENSIONI

 

CORRIERE DI COMO
– 05/04/2008

 

“Il vestito della festa”, emozioni in forma d’abito

 

 

 

Francesca Amé, IL GIORNALE – MILANO
– 07/04/2008

 

Vestiamoci a festa, e viviamo felici

 

 

 

Anna Barbieri, GIOPÌ
– 25/12/2007

 

La vita fuori dagli schemi di una donna inaffondabile

 

 

 

Elisabetta Rasy, IL SOLE 24 ORE
– 09/12/2007

 

Signore, che smalto!

 

 

 

Jennifer Schuessler, LA RIVISTA DEI LIBRI
– 01/09/2007

 

Paula Fox: il riscatto

 

 

 

IL PICCOLO
– 16/04/2007

 

Paula Fox, una vita in pubblico

 

 

 

FRIENDLY
– 01/03/2007

 

Diario di una strana infanzia

 

 

 

Alessandra Casella, LA REPUBBLICA – VELVET
– 01/06/2007

 

La moda è un libro aperto. Tutto da leggere

 

 

 

INTERNAZIONALE
– 26/04/2007

 

Il vestito della festa

 

 

 

Masolino D’Amico, TTL -LA STAMPA
– 24/03/2007

 

Paula, una vita senza vestiti

 

 

 

Roberto Bertinetti, IL MESSAGGERO
– 26/03/2007

 

Bowels e Paula Fox: le nuove frontiere di due grandi nomadi

 

 

 

Fulvio Panzeri, AVVENIRE
– 10/03/2007

 

Paula Fox, l’incontro con la madre perduta

 

 

 

Viola Papetti, ALIAS – IL MANIFESTO
– 24/03/2007

 

Paula Fox, memoria di maternità negate

 

 

 

LA REPUBBLICA
– 10/03/2007

 

Dediche

 

 

 

Paola Zanuttini, IL VENERDÌ-LA REPUBBLICA
– 02/03/2007

 

La mia vita é un romanzo e infatti ci ho scritto un libro

 

 

SCHEDA TECNICA

Autore:
Titolo:
Il vestito della festa
Collana:
Numero Collana:
118
Pagine:
248
Codice isbn:
9788881128051
Prezzo in libreria:
€ 15,00
Data Pubblicazione:
22-02-2007

Libri dello stesso autore

il silenzio di laura

Il silenzio di Laura

Paula Fox

Traduzione di Monica Pavani Alla vigilia del loro ennesimo viaggio, questa volta per l’Africa, Laura Maldonada Clapper e suo marito Desmond si trovano in una stanza d’albergo a New York. Sorseggiano scotch e soda in attesa dei loro tre ospiti, che non incontrano da molto..
VEDI DETTAGLI
quello rimane

Quello
che rimane

Paula Fox

Introduzione di Jonathan Franzen Traduzione di Alessandra Cogolo New York, fine anni Sessanta. Otto e Sophie Bentwood sono una tranquilla coppia di mezza età, senza figli e senza più molto da dirsi. Nulla sembra poter scalfire la loro serenità borghese..
VEDI DETTAGLI

Costa occidentale

Paula Fox

Traduzione di Silvia Castoldi  New York, fine anni Trenta. Annie Gianfala è un’adolescente sola e squattrinata, orfana di madre e abbandonata da un padre pittore che si dedica, da anni, unicamente alla propria arte. Ma Annie ha un sogno, una direzione: vuole andare a Ovest,..
VEDI DETTAGLI

Il dio degli incubi

Paula Fox

Traduzione di Gioia Guerzoni Cantrice della New York anni Sessanta e della borghesia colta di Manhattan, come dagli orizzonti caraibici in cui è cresciuta, nel 1990 Paula Fox ha dato alle stampe il suo ultimo romanzo, Il dio degli incubi, dedicandolo al Sud degli Stati Uniti...
VEDI DETTAGLI

Storia di una serva

Paula Fox

Introduzione di Melanie Rehak Traduzione di Gioia Guerzoni Da una delle più importanti voci della letteratura americana del ventesimo secolo, l’indimenticabile ritratto di una donna che sfida le regole culturali americane per raggiungere la propria libertà...
VEDI DETTAGLI

Cercando George

Paula Fox

Introduzione di Jonathan Lethem Traduzione di Monica Pavani George è un professore di inglese dall'apparenza pacata ma sotto la cui pelle si va consumando un crescente senso di alienazione e irrequietudine. Frustrato dagli invisibili labirinti di cemento che..
VEDI DETTAGLI